giovedì 4 dicembre 2014

Urban Portraits - Si apre a dicembre il quarto capitolo della rassegna con la mostra TRIP.

Si apre a dicembre il quarto capitolo di Urban Portraits, una rassegna di 10 mostre collettive di fotografia allestite in altrettante location di Roma, che raccontano il paesaggio urbano attraverso le 10 diverse tematiche che guidano e danno il titolo alle esposizioni.


A concludere il primo anno di lavoro a questo ambizioso progetto è la mostra TRIP, che verrà inaugurata venerdì 5 dicembre alle ore19:00 presso Visiva - La città dell'immagine, sita in via Assisi, 117, in zona Tuscolana. Il grande polo culturale indipendente ospiterà l'esposizione fino al 18 dicembre tutti i giorni secondo gli orari di apertura al pubblico di Visiva.

Per tutta la sua durata la mostra sarà ad ingresso gratuito.


Questa quarta esposizione affronterà il tema TRIP attraverso gli scatti di più di dieci fotografi da tutto il mondo, tra cui:Andrew Kennelly (USA), Balász Törő (Ungheria), Boris Le Montagner (Francia),Daan Paul Loeff (Paesi Bassi), David Young (Australia),Leonardo Regoli (Venezuela),Duane Walker (Nuova Zelanda) e gli italiani Daniele MasaNiccolò Bitto e Stefano Montagner.

Con il titolo Trip si vuole indicare il racconto della città attraverso il tema del viaggio. Ciò che sta alla base di tale ricerca è la scelta di un pumto di osservazione molto particolare, ovvero il mezzo di trasporto. Uno strumento che collega città diverse o diversi luoghi della stessa città; un punto di vista instabile perche implica movimento, ma fissato necessariamente dallo scatto della macchina fotografica.

L'evento nasce inoltre in strettissima collaborazione con la stessa organizzazione di Visiva e con RIFF e romefilmarket.com, che metteranno a disposizione alcuni film che trattano il tema del viaggio presenti sulla sua piattaforma per proiezioni in loco.


Dato il focus sul paesaggio urbano, le location espositive vengono scelte con grande cura: in questo caso Visiva- La città dell'immagine ha sede in una preziosa archeologia industriale dei primi del '900. Il comprensorio nasce come deposito di legnami con binari annessi, poi diventa stabilimento per la lavorazione del caffè e, dopo successive trasformazioni, conosce un periodo di abbandono finché un gruppo di visionari lo riscopre e riporta alla luce nel 2012.

Il polo culturale nasce grazie alla volontà di un costruttore, appassionato d'arte, che negli anni ha collaborato alla ristrutturazione e rivalutazione di grandi zone industriali romane e che nel 2007 approda a Via Assisi e comincia la riqualificazione della zona con la Fonderia delle Arti. Nel 2012 decide di ristrutturare uno spazio industriale di 7000 mq e ne mette parte nelle mani di grandi professionisti dell'arte, che lavorano nel campo della cultura e della didattica e che danno vita a Visiva, uno dei più grandi poli privati in Italia dedicati all'arte. Attualmente il complesso si compone di tre gallerie d'arte, un museo one book, una scuola di fotografia, di cinema e di grafica; comprende inoltre sale posa, studi d'artisti e una magnifica terrazza panoramica su Roma. Così oggi l'intera area è un raro esempio culturale indipendente, ovvero non legato alle istituzioni o alla politica, in continua crescita e che sta coinvolgendo tutta Via Assisi, fino a farla diventare una strada dedicata all'arte ed alla cultura.


Come di consueto, anche per questo IV appuntamento di Urban Portraits, avrà luogo presso i locali della mostra un seminario legato al tema dell'esposizione. Per TRIP interverrà il professor Pierangeli Fabio con un incontro intitolato "Le immagini del viaggio" in programma giovedì 11 dicembre alle ore 18:30.


Per maggiori informazioni: www.urbanportraits.it A questo indirizzo tutti i temi delle mostre, le location, le fotografie, gli artisti che hanno aderito e il form da compilare per proporre i propri scatti e partecipare al progetto. 

La pagina Facebook per rimanereaggiornati su tutte le novità del progetto è https://www.facebook.com/urbanportraitsrome?fref=ts.

da exibart