domenica 12 ottobre 2014

Shapes (of freedom) - Livio Moiana alla Fondazione Luciana Matalon.

"Shapes (of freedom)", titolo della mostra del fotografo Livio Moiana alla "Fondazione Luciana Matalon" in Foro Buonaparte 67 a Milano dal 16 al 18 ottobre. 

"Lo spazio - scrive Nello Taietti, curatore dell’esposizione - per Moiana è una pagina bianca da riempire e le linee corporee rappresentano l’inchiostro . Non ci sono titoli o spiegazioni. L’artista lascia a chi osserva le varie immagini una totale libertà di interpretazione. Le emozioni e gli stati d’animo prendono vita nelle forme del corpo e negli effetti creati dalla penombra"

Il corpo umano, le sue linee, il bianco e nero.  Tutto questo è Shapes (of freedom) una collezione fotografica che cerca una nuova via di comunicazione. Il movimento posturale è la lingua comune a queste immagini che diventano  qui un dizionario inesplorato nel quale possiamo scoprire un alfabeto rimasto nell'ombra.


Livio Moiana, nato nel 1969 a Como, lavora da 20 anni come fotografo pubblicitario e ritrattista. Amante delle sfide in campo professionale ha scelto di spaziare in più settori tenendo come punto focale la persona e le sue emozioni. Da oltre 10 anni si dedica alla creazione di immagini in bianco e nero in cui il corpo umano è fonte di creazione per raccontarsi ed esprimere emozioni che ognuno è libero di interpretare.