domenica 5 gennaio 2014

Follow me, my love.

Questa è l'ultima di "Follow me" . Sto parlando di Nataly, Murad Osmann e del loro fortunato, originale progetto fotografico che li sta portando in giro per il mondo, "godendo" degli ormai 500mila follower su Instagram.
 
Nato quasi per gioco, Follow me è una genialata a tutti gli effetti «La prima foto - a parlare è Osmann, il giovane fotografo russo - è stata scattata a Barcellona mentre eravamo in vacanza. Nataly era un po' infastidita dal fatto che io ero sempre a scattare foto. Così mi ha afferrato la mano e ha cercato di tirarmi in avanti. Questo movimento non mi ha impedito di scattare… E così è cominciato tutto». Ora gli scatti non si contano più e Nataly non sa più cosa mettersi addosso (o, in alcuni casi, cosa togliere di dosso) o come farsi i capelli...ma in tutti appare sempre nella stessa, identica posa: di spalle, mentre con la mano "si tira" Murad quasi a dirgli quel fatidico "Follow me" (che è diverso dal mio "ma sempre con sta' cazzo di macchina, ah Le'??", di giovanile memoria).
 
Le immagini sono belle, lo dico obiettivamente, uno "spaccato" dei posti più belli del pianeta visitati con la propria donna...un pò d'invidia, certo...a chi non piacerebbe "farsi tirare" dalla bella Nataly (ho detto "la bella Nataly"??!!...no no, mi correggo : "dalla propria donna").